Informativa

La domenica quando ci ritroviamo insieme in chiesa, condividiamo gli uni i pesi e le preoccupazioni degli altri, li offriamo insieme a Dio che li trasforma in grandi doni per tutta la settimana. Ogni domenica noi riceviamo “l’integratore spirituale”. Il corpo ha bisogno dello spirito per mantenersi vivo ed attivo. Lo spirito ha bisogno di Gesù. La Comunione è un incontro cuore a cuore con Dio. Ecco la nostra ricarica. Ecco il nostro “integratore”. Cristo Eucaristia entra in contatto diretto con noi, con i nostri sentimenti, le nostre emozioni, le nostre sensazioni, col nostro privato. In questo incontro Gesù parla direttamente al nostro cuore ed ecco che avviene uno scambio: Dio ci parla e ci dona ciò che ci servirà durante la settimana. Ogni incontro è sempre uno scambio a due, basato su una scelta. Io scelgo di incontrarti, di ascoltarti. Dio ci accoglie, ci ascolta e ci parla, ci regala i suoi doni ma sta anche a noi scegliere di accettare ciò che lui ci dà. Oggi, 18 ottobre 2020, giornata mondiale missionaria, il Signore ci invita a riflettere ed a recuperare il senso della vita come missione, nel privato e nella società. Quale è l’obiettivo che la Comunità si prefigge per la settimana che verrà? Sentirsi parte di una realtà più grande del mio piccolo, sentirsi inviati da Dio ad annunciare la sua promessa di salvezza. Andiamo e proclamiamo che, la salvezza che Dio promette è la vita buona! Siamo chiamati ad essere segno di speranza: “risplendete come astri nel mondo tenendo salda la Parola di vita che avete ricevuto”. Ecco la nostra missione. Aiutiamo gli altri a ritrovare la speranza, in questo momento di profonda paura e preoccupazione dobbiamo scegliere di camminare ancora pcon la consapevolezza di viaggiare al fianco di Colui che ci ha promesso la vita buona. Rispettiamo le regole, ma non cediamo alla paura: riportiamo la speranza nel nostro ambiente di vita! La fede ci dà la speranza che tutto passerà. Sperare è guardare oltre il presente. La speranza ci dà la forza per sperimentare la carità, per agire, lavorare e vivere una vita buona, piena e santa.

Immagine: Francesca Messeri